FRASTUCHINO…ORO VERDE….o SEMPLICEMENTE PISTACCHIO

Hostaria PoScritto da

Oggi parliamo di “PISTACCHIO” o “ORO VERDE” …è un alimento che ci piace molto ed è uno degli ingredienti “principe” di un nostro cavallo di battaglia: i PACCHERI al PESTO di PISTACCHI e GAMBERI”…o Il CANNOLO ALLA SICILIANA per cui apriremo un capitolo a parte ….. per questo ci piace raccontarvi qualcosa di più…

L’albero del Pistacchio può vivere fino a 300 anni e raggiungere l’altezza di ben 12 metri il pistacchio (dal greco Pistàkion) è una pianta originaria del bacino Mediterraneo (Persia, Turchia), coltivata per i semi, utilizzati per il consumo diretto, in pasticceria, il gusto al pistacchio è tra i più tradizionali e golosi, per le creme, per condire primi piatti, e per aromatizzare gli insaccati di carne…vedi la mortadella di Bologna. Era noto e coltivato dagli antichi ebrei e già allora ritenuto un frutto prezioso.

Il Pistacchio ha origini antichissime se pensiamo che questo temine appare già nell’Antico Testamento, successivamente nella Genesi (origine-nascita del mondo) capitoli 42/43 versetto 11. Ancor oggi, nella parlata dialettale conserviamo i termini “frastuca e frastucara” che stanno ad indicare rispettivamente il frutto e la pianta.
Termini corrotti derivanti dall’arabo “fristach” e “frastuch”. Naturalmente trattasi di traslitterazione dal momento che il suono della “p” mancando in lingua araba viene reso con la “f” o la “b”. Nel dialetto brontese dei nostri nonni il termine “frastucata” indicava un dolce a base di pistacchio e “frastuchino” il colore verde pistacchio.

Furono gli Arabi, dunque, strappando la Sicilia ai Bizantini, ad incrementare ed a attrezzarsi nella coltivazione del pistacchio che nell’Isola, particolarmente alle pendici dell’Etna, trovò l’habitat naturale per uno sviluppo rigoglioso e peculiare. La Sicilia è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio (pistacia vera) e la cittadina etnea, con oltre tremila ettari in coltura specializzata, ne esprime l’area di coltivazione principale (più dell’80% della superficie regionale) con una produzione dalle caratteristiche peculiari.
Bronte, Eden di pistacchio, con un frutto dal gusto e dall’aroma universalmente riconosciuti come unici e particolari.
L’ “oro verde”, rappresenta la principale risorsa economica del vasto territorio della cittadina etnea. in Cina viene chiamato “Il Seme Felice” …in Iran “Il Seme che sorride”  …se poi aggiungiamo che per le sue proprietà abbassa il colesterolo cattivo possiamo tranquillamente affermare che… fa bene al cuore!

 

10352901_752442308175084_6070150968459438931_n