Bentornata alla più bella di tutte… #fontanaditrevi

Hostaria PoScritto da

TREVI

TREVI trevi 2

E’ vero siamo un hostaria …da noi venite per mangiare…ma ci piace omaggiare la città che ci ha dato i natali e che ci ospita…anche perchè i nostri avventori arrivano un po’ da tutte le parti del mondo…e quindi dopo 17 mesi di restauri…finanziati dalla sponsorship FENDI che l’ha riportata all’antico splendore… è con emozione che l’accogliamo con un BENTORNATA …Fontana di Trevi!!!!!

Una curiosità sul nome …”Trevi” secondo ipotesi accreditate deriva da Trebium, località latina dove era la sorgente dell’Acqua Virgo l’acquedotto romano dei tempi d’Augusto che da allora ad oggi non ha mai smesso di funzionare e che terminava proprio nel “Trivio” (altra ipotesi relativa al nome) dove oggi si erge maestosa la fontana di Trevi. La leggenda narra anche che una ragazza di Trebium indicasse ai soldati di passaggio dove fosse la sorgente per abbeverarsi…”la vergine trivia” … inizialmente progettata e “iniziata” dal genio di Bernini nel 1640 su incarico di Urbano VIII è stata realizzata dopo una lunga interruzione a partire dal 1732 da Nicola Salvi e dal Pannini e terminata da quest ultimo sotto il Papa Clemente XIII …ed è stata inaugurata ben 4 volte…dopo 30 anni di cantiere …visto il succedersi dei Papi in quegli anni ma in quest’opera c’è la mano e l’estro di tanti grandi artisti del tempo da Vanvitelli a Maini a Fuga ecc. Altra curiosità quando l’andrete ad ammirarla soffermatevi sull’estremità destra del corpo scultoreo…vedrete una strana figura che non c’entra nulla con le allegorie e le statue dell’opera …si tratta di un grande vaso la cui forma ricorda l’ “Asso di Coppe” …fonti accreditate raccontarono che il Salvi non sopportasse più un barbiere che aveva bottega davanti alla fontana e che non faceva che criticare il suo lavoro….costruendo l’asso di coppe…il barbiere non poteva più vedere l’opera…Altra cosa una buona parte dei lavori all’epoca fu finanziata con i proventi del l’esosissima tassa sul vino imposta ai romani…e con il successivo “gioco del lotto” ….

Gettate la monetina…sarà di buon auspicio per tornare a Roma !